Archivio

Archivio Gennaio 2014

Concerto Salotto Ottocento a Bologna

28 Gennaio 2014 Nessun commento

Sabato 25 gennaio 2014 nell’Aula Magna dell’Accademia delle Belle Arti di Bologna ha avuto luogo il concerto con musiche di Rossini e Brahms. Esecutori: il coro “Seghizzi” di Gorizia, il coro “Perosi” di Fiumicello (UD), duo pianistico Adriano Cirillo e Filippo Terni, direttore Italo Montiglio.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Arte & Musica a Bologna con i cori “Seghizzi” e “Perosi”

22 Gennaio 2014 Nessun commento
Categorie:Argomenti vari Tag:

Notte Bianca a Bologna con i cori “Seghizzi” e “Perosi”

16 Gennaio 2014 Nessun commento

ESO Edizioni Seghizzi Online (Gennaio 2014, II)

15 Gennaio 2014 Nessun commento

Pubblicato il N. 5 di ESO Edizioni Seghizzi Online (Gennaio 2014, II) con un contributo musicologico di ALBERTO GHISLANZONI “Considerazioni e nuovi principi valutativi sull’opera di Palestrina”; VI Convegno Seghizzi, 1975 (dagli Atti congressuali anno 1975). Qui di seguito riportiamo il paragrafo iniziale della relazione.

“Il desiderio di poter recare un qualche contributo ai lavori di questo Convegno europeo sulla personalità storica e artistica di Giovanni Pierluigi da Palestrina, vuol limitarsi all’esame di alcune situazioni. Tutti i grandi geni artistici dell’umanità rivelano volta a volta nelle loro creazioni atteggiamenti prismatici che nel corso dei secoli e nei vari ambienti inducono l’osservatore e il critico a visuali straordinari mutevoli di valutazioni inedite e insieme a spinte per ulteriori indagini. Si pensi alle opere di Dante, di Leonardo, di Josquin, di Goethe. L’arte, nell’opinione antica e medievale, era florificatio, cioè un fresco sboccio primaverile sul tronco di una pianta. Era cioè ornamentazione a un nucleo melodico-ritmico preesistente. Era un’impostazione naturalistica e religiosa ideata e realizzata dall’uomo. Ma già prima del XVI° secolo in tutta Europa esplodevano fermenti di indirizzi nuovi nel pensiero, nell’arte, nella vita sociale. Col Rinascimento l’uomo si è sentito e dichiarato protagonista, quasi subordinando la natura a suo personale mezzo per l’estrinsecazione artistica. Si cominciò così a parlare di una creazione individuale, e sul plurimillenario generale obiettivismo si incominciarono a delineare istanze e metodi soggettivi. Basterà rileggere le pagine che nel suo Dodekachordon Heinrich Loris Glareano scrisse nel 1547 sull’argomento.”

IL SEGUITO DEL TESTO PUO’ ESSERE LETTO SULLA HOME PAGE DELL’ASSOCIAZIONE SEGHIZZI AL SEGUENTE INDIRIZZO:  Archivi – Editoria Seghizzi

Salotto Musicale Ottocento con i cori Seghizzi e Perosi a Bologna

13 Gennaio 2014 Nessun commento

Seghizzi on line: superato il traguardo del milione di visitatori

10 Gennaio 2014 Nessun commento

Oggi le principali pagine online SEGHIZZI hanno superato la complessiva cifra di un milione di visitatori. Un bel traguardo, se si considera che il nostro impegno si è limitato al continuo aggiornamento delle stesse, senza nessun’altra promozione o pubblicità (fra parentesi è indicata la data di attivazione della specifica pagina).

HOME PAGE SEGHIZZI (1.11.2010) 84.108
SEGHIZZINEWS (17 agosto 2003) 366.735
ARCHIVIO FOTO FLICKr (01.06.2007) 485.936
SEGHIZZIWORLD YOUTUBE (19.07.2011) 6.903
ITMONGO YOUTUBE (08.02.2008) 32.067
CHORALNET (da novembre 2004) 22.978
Uffici Stampa Consorziati Youtube (VI.2013) 567
Seghizzi google maps (11 aprile 2012) 1.234

TOTALE 1.000.528

Non sono state computate le quasi 21.000 adesioni alle diverse pagine Seghizzi su facebook. Speriamo di poter raccogliere in futuro i risultati di questo importante test di interesse e di consenso. Un grazie caloroso a tutti coloro che in varie forme ed a vari livelli hanno collaborato e collaborano alle varie attività.

Concerto verdiano, Pagnacco (UD) 11 gennaio 2014

8 Gennaio 2014 Nessun commento

Inizio attività corale anno 2014

4 Gennaio 2014 Nessun commento

Il Coro Seghizzi ed il coro Perosi hanno cantato nella chiesa di S. Lorenzo a Fiumicello sabato 4 gennaio alle ore 16 per festeggiare i 50 anni di matrimonio di Silvano e Maria.

Complimenti, straordinario traguardo !!! Canteremo inoltre domenica 5 gennaio alle ore 18.00 nella chiesa di S. Giuseppe nel rione di Straccis a Gorizia nell’ambito delle feste epifaniche. www.seghizzi.it

ESO Edizioni Seghizzi Online nr.4 “Palestrina e la Spagna”

1 Gennaio 2014 Nessun commento

Inauguriamo il 2014 con il Nr.4 della Rivista Musicologica ESO Edizioni Seghizzi Online, ripubblicando un testo di SAMUEL RUBIO “Palestrina e la Spagna” dagli Atti del VI Convegno Seghizzi, Gorizia 1975, dedicato a Giovanni Pierluigi da Palestrina.
Samuel Rubio Calzòn (1912-1986) è stato personalità eminente della musicologia spagnola. Qui di seguito riportiamo l’introduzione della sua sua relazione.
“Nell’anno 1521, 4 anni prima della nascita di Palestrina, muore Josquin des Pres, uno dei massimi musicisti di tutti i tempi. I suoi discepoli, di meno i profani, molto di più gli spiritualisti, diffusero la sua tecnica ed il suo stile per tutta l’Europa. In Spagna, ad esempio, l’opera di Josquin fu cantata dappertutto e la sua autorità fu invocata dai trattatisti più insigni, Padre Tomàs de Santa Maria lo cita profusamente nel suo libro ARTE DE TANER FANTASIA (Valladolid 1538); però il fatto più significativo é costituito dall’abbondanza con cui le sue composizioni furono Glossate dagli organisti e vihuelisti. Fra questi possiamo citare i seguenti: Luis de Narvàez, LOS SEIS LIBROS DEL DELPHIN (Valladolid 1538), Alonso Mudarra, TRES LIBROS DE MUSICA (Sevilla 1546), Enrìquez de Valderrabano SILVA DE SIRENAS (Valladolid 1552), addirittura con otto mottetti e tre messe, Luis Venegas de Henestrosa LIBRO DE CIFRA NUEVA (Alcalà de Henares 1557). E fra gli organisti occorre citare almeno Hernando de Cabezòn OBRAS DE MUSICA PARA TECLA, ARPA Y VIHUELA (Madrid 1578).  Quando non si erano ancora estinti del tutto gli echi di questa invasione musicale josquiniana, gli orecchi attenti percepirono i premi segni di un’altra che, sebbene al principio non irruppe con energia così clamorosa e perfino si profilò coi lineamenti di una reciproca amicizia divenne però più efficace e duratura. Noi ci riferiamo, come é facile intuire, alla inversione o conquista palestriniana. Ed é significativo che questo nuovo avvenimento si verifichi in un paese come la Spagna che contava in suo possesso già da allora un autentico esercito di polifonisti che con facilità avrebbero potuto serrare le file e le frontiere a tutta la penetrazione straniera. Citiamo per esempio i nomi di alcuni: Guerrero, Navarro, Victoria, Zorita, Ceballos, Esquìvel, Vivanco, Guerau, Infantes, Villalar e altri musicisti i cui nomi tralasciamo in questo momento.”

Il testo integrale è pubblicato nella home page dell’Associazione Seghizzi, settore Editoria)
http://www.seghizzi.it/index.php?ln&pg=editoria