Archivio

Post Taggati ‘luigi cherubini’

21 gennaio 2017, Cesena

24 Gennaio 2017 Nessun commento

I cori esecutori del Requiem in do minore di Luigi Cherubini:
Coro Perosi di Fiumicello UD,
Coro Schiff di Chiopris UD
Coro Seghizzi di Gorizia

Nel bicentenario della prima esecuzione

Cesena, 21 gennaio 2017 – Luigi Cherubini, Requiem in do minore

15 Gennaio 2017 Nessun commento

Luigi Cherubini, Requiem in do minore

19 Novembre 2016 Nessun commento

Venerdì 25 novembre 2016 alle ore 20.00 nella Chiesa di San Valentino a Fiumicello UD avrà luogo l’esecuzione del Requiem in do minore di Luigi Cherubini. Esecutori. coro “Lorenzo Perosi” di Fiumicello, coro “A.C. Seghizzi” di Gorizia; duo pianistico Adriano Cirillo e Rocco Cianciotta: direttore Italo Montiglio. Il concerto è promosso dalla Banca di credito cooperativo di Fiumicello ed Aiello del Friuli in occasione del 120° anniversario della sua fondazione.

Eventi musicali Seghizzi, mercoledì 16 luglio

16 Luglio 2014 Nessun commento

Mercoledì 16 luglio 2014 alle ore 21.00, nella sala maggiore del Kulturni Center Bratuz a Gorizia in viale XX Settembre 85, avrà luogo il  concerto in memoria delle vittime della I guerra mondiale.. In programma il Requiem in do minore di Luigi Cherubini,. Esecutori e interpreti: Coro “Seghizzi” (Gorizia), Coro “Perosi” (Fiumicello UD), duo pianistico Adriano Cirillo (Ravenna) – Filippo Terni (Ferrara); direttore Italo Montiglio. Mariolina De Feo, Irene Navarra, Alessandra Rea si alterneranno nella lettura di testi poetici di poeti del Novecento (da Ungaretti ad Alvaro), come intermezzi di riflessione fra le canoniche sette parti musicali che compongono il Requiem. Ingresso libero.

http://www.seghizzi.it

Luigi Cherubini, REQUIEM in do minore – Gorizia, 5 luglio 2011

5 Luglio 2011 Nessun commento

Martedì 5 luglio 2011, ore 21.00
Gorizia, Chiesa di S. Ignazio

Luigi Cherubini
REQUIEM IN DO MINORE

Esecutori
coro “Seghizzi” di Gorizia
coro della Basilica di Aquileia
coro “Lorenzo Perosi” di Fiumicello
pianista David Giovanni Leonardi
direttore Italo Montiglio

Il Requiem in do minore di Luigi Cherubini è uno dei capolavori della musica sacra del primo Ottocento, opera che nel luglio dello scorso anno coristi dei cori sopra citati hanno eseguito sotto la direzione di Riccardo Muti nel memorabile concerto di Trieste e al Ravenna Festival.

Luigi Cherubini (Firenze 1760 – Parigi 1842).  Compiuti gli studi a Bologna e Milano, iniziò ancora molto giovane a comporre musica sacra. Seguirono altre opere di musica religiosa e da camera molto apprezzate al punto da indurre il granduca Leopoldo di Toscana ad assegnargli una pensione (1778), necessaria per il soggiorno di studio bolognese. Dal 1780 al 1784 scrisse molte opere teatrali tanto che ottenne un invito per recarsi a Londra. Fu autore di numerose opere liriche prima di stabilirsi nel 1788 a Parigi, dove entrò a far parte del nuovo Conservatorio, che poi diresse dal 1821 al 1842. Nel 1805 si trasferì a Vienna, ma in seguito agli eventi bellici ed alla difficile situazione teatrale austriaca, fu costretto a ritornare a Parigi, dove, dopo un periodo di accoglienza piuttosto fredda, ottenne maggiore successo e riconoscimenti. Nel 1815 Luigi XVIII, re di Francia, dopo il periodo rivoluzionario e napoleonico, chiama Cherubini a dirigere la sua cappella musicale. Il re, volendo rendere omaggio al fratello giustiziato vent’anni prima dispose che ogni anno l’anniversario venisse ricordato con funzioni religiose. L’incarico di comporre una messa funebre fu affidato a Cherubini; nacque così il Requiem in do minore, che il 21 gennaio 1816 fu eseguito nella chiesa parigina di St. Denis. Il Requiem di Cherubini si discosta in modo netto da un certa tradizionale “marziale” e retorica, spogliando la tecnica corale di ogni accenno virtuosistico, se si eccettua la grande fuga del “Quam olim Abrahae”, evidenziando una scrittura complessiva di impressionante modernità, caratterizzata dall’alternarsi di momenti di straordinaria dolcezza con parti di vibrante drammaticità. La concentrazione espressiva di quest’opera fece grande impressione sui contemporanei, che considerarono il Requiem cherubiniano un modello esemplare, tanto da meritarsi l’incondizionato apprezzamento, fra gli altri, di Beethoven, Schumann e Berlioz. 

Il concerto di questa sera è dedicato alla memoria di tutti gli amici scomparsi, che hanno contribuito con generosa passione alla grandezza del concorso Seghizzi ed in particolare a coloro che di recente ci hanno lasciato come il musicista Andrea Giorgi, Francesco Moise e gli ex presidenti Giovanni Vezil ed Ubaldo Agati.Grazie alla Parrocchia del S. Ignazio per la gentile disponibilità

Luigi Cherubini, REQUIEM in do minore

7 Aprile 2011 Nessun commento
locandina concerto

locandina concerto