Archivio

Post Taggati ‘seghizzi’

Teleantenna

30 Luglio 2017 Nessun commento

Su Teleantenna (Canale 98) oggi domenica 30 luglio 2017 dalle ore 18.30 in poi ritrasmettono tutto il 29° Grand Prix Seghizzi 2017, seguito da Premiazioni e Concerto di Gala dei cori vincitori. Buona visione !!!

Premi speciali del 56° concorso internazionale di canto corale Seghizzi 2017

28 Luglio 2017 Nessun commento

PREMIO “VOCI PARI FEMMINILI” desunto dalle graduatorie delle Categorie ed assegnato al complesso a voci femminili che ha ottenuto il maggior punteggio assoluto.

CORO DA CAMERA HEBEL

(Saronno, Italia)

Diretto da Alessandro Cadario

 

PREMIO “VOCI PARI VOCI BIANCHE” desunto dalle graduatorie delle Categorie ed assegnato al complesso di bambini e giovanile che ha ottenuto il maggior punteggio assoluto.

LOBOC CHILDREN’S CHOIR

(Bohol, Filippine)

Diretto da Alma Fernando Taldo

 

PREMIO “VOCI MISTE”  desunto dalle graduatorie delle Categorie ed assegnato al complesso di voci miste che ha ottenuto il maggior punteggio assoluto.

YOUTH CHOIR CANTEMUS

(Chisinau, Moldova)

Diretto da Denis Ceausov

 

PREMI SPECIALI GRUPPI CAMERISTICI Ai gruppi cameristici che hanno ottenuto il maggior punteggio in ciascuna categoria del concorso.

THE GEMMA SINGERS

(Budapest, Ungheria)

Diretto da Márton Tóth

 

PREMIO “DOMENICO CIERI” riservato al direttore del complesso per il programma di maggior interesse artistico.

Jerica Gregorc Bukovec , direttrice

APZ TONE TOMŠIC

(Lubiana, Slovenia)

 

 

PREMIO “ANDREA GIORGI”  al miglior direttore di coro dei complessi partecipanti al Concorso nelle Categorie 1 e 4.

AL DIRETTORE DEL CHAMBER CHOIR SOPHIA (KIEV,M UCRAINA,

Alexei Shamritskii

 

 

PREMIO “NUOVI TALENTI” al direttori di coro di età non superiore ai 30 anni, purché il coro da lui diretto sia inserito nelle fasce oro e argento di merito.

Noel Kerr Caneda, direttore del

LOBOC CHILDREN’S CHOIR

(Bohol, Filippine)

 

 

PREMIO “GIUSEPPE RADOLE” per la migliore esecuzione di un brano, tra le composizioni polifoniche di ispirazione religiosa

CHAMBER CHOIR SOPHIA

(Kiev, Ucraina)

Diretto da Alexei Shamritskii

(Vytautas Miskinis , O salutaris hostia)

PREMIO “CECILIA SEGHIZZI” per il miglior repertorio contemporaneo, in particolare italiano ed europeo.

YOUTH CHOIR CANTEMUS

(Chisinau, Moldova)

Diretto da Denis Ceausov

 

PREMIO “CLAUDIO MONTEVERDI” assegnato al direttore di coro per la migliore esecuzione di una composizione di Claudio Monteverdi (del quale ricorre nel 2017 il 450° anniversario della nascita).

GREX VOCALIS

(Oslo, Norvegia)

Diretto da Carl Hogset

 

PREMIO MAGGIOR PUNTEGGIO ASSOLUTO  al complesso che ha ottenuto il punteggio più alto in una delle categorie del concorso.

LOBOC CHILDREN’S CHOIR

(Bohol, Filippine)

direttore da Alma Fernando Taldo

 

 

PREMIO MAGGIOR PUNTEGGIO COMPLESSIVO assegnato al coro per il maggior punteggio complessivo ottenuto nelle diverse graduatorie delle categorie alle quali ha partecipato sommando i punteggi di ognuna di esse.

LOBOC CHILDREN’S CHOIR

(Bohol, Filippine)

direttore da Alma Fernando Taldo

 

PREMIO “POESIA IN MUSICA” al direttore che presenta la miglior scelta letteraria e poetica complessiva dei testi verbali delle composizioni musicali eseguite dal suo coro nelle diverse categorie del concorso

APZ TONE TOMŠIC

(Lubiana, Slovenia)

Diretto da Jerica Gregorc Bukovec

 

PREMIO DEL PUBBLICO NELLE CATEGORIE 2

LOBOC CHILDREN’S CHOIR

(Bohol, Filippine)

direttore da Alma Fernando Taldo

 

PREMIO COREOGRAFIA CATEGORIE II

LOBOC CHILDREN’S CHOIR

(Bohol, Filippine)

direttore da Alma Fernando Taldo

PREMIO COSTUMI CATEGORIE II

YOUTH CHOIR CANTEMUS

(Chisinau, Moldova)

Diretto da Denis Ceausov

 

XIII PREMIO INTERNAZIONALE SEGHIZZI 2017 “UNA VITA PER LA DIREZIONE CORALE”

ASSEGNATO A TULLIO RICCOBON
Coppa e targa offerte dalla famiglia di Bruno Antici co-fondatore del Concorso Seghizzi

Risultati del 15° concorso internazionale di composizione “Seghizzi”

28 Luglio 2017 Nessun commento

Giovedì 20 luglio 2017 alle ore 18.00 presso la sede dell’Associazione Seghizzi a Gorizia in Corso Verdi 85 si è riunita la giuria del 15° concorso internazionale di composizione “Seghizzi” 2017 presieduta da Giuseppe Di Bianco (Italia) e composta da Alexandre Benéteau (Francia), Pietro Ferrario (Italia), Sebastian Vrhovnik (Slovenia). Dalle valutazioni individuali dei singoli membri di giuria sulle 32 (trentadue) composizioni pervenute emergono convergenze positive di valutazioni sulle seguenti composizioni:
”Epitaphium” , codice RB7M2SD

“Salve Regina”, codice 13M5717

“Passer, deliciae meae puellae”, codice G78mv15

“Jubilate Deo”, codice BE2410A

 

Aperte le buste allegate alle sopra citate composizioni, risultano i corrispondenti compositori:

 

Roberto Brisotto (Ponte di Piave TV, Italia) ”Epitaphium” , codice RB7M2SD,

Giacomo Mezzalira (Varese VA, Italia) “Salve Regina”, codice 13M5717,

Matteo Salvemini (Molfetta BA, Italia) “Passer, deliciae meae puellae”, codice G78mv15,

Elda Schiesari (Mestre VE, Italia) “Jubilate Deo”, codice BE2410A,

compositori e composizioni che pertanto sono rispettivamente concorrenti al Trofeo di composizione 2018 e composizioni finaliste per la terza categoria del 57° concorso internazionale di canto corale “Seghizzi” 2018.

 

I risultati vengono sottoscritti da tutti i membri della giuria

Giuseppe Di Bianco (Italia) presidente,

Alexandre Benéteau (Francia),

Pietro Ferrario (Italia),

Sebastian Vrhovnik (Slovenia)

 

Segretario verbalizzante:

Italo Montiglio,

Presidente della Asssociazione Seghizzi

Risultati fasi semifinali categorie 2abc- 22 luglio m2017, 56° Concorso Seghizzi

25 Luglio 2017 Nessun commento
56° Concorso internazionale di canto corale Seghizzi
sabato 22 luglio 2017 semifinali categorie 2abc
Sabato 22 luglio 2017,categoria 2a
Chamber Choir Sophia (Kiev, Ucraina) 1
Cantemus Youth Choir (Chisinau, Moldova) 2
Loboc Children’s Choir (Bohol, Filippine) 3
APZ Tone Tomši? (Lubiana, Riga) 4
Grex Vocalis (Oslo, Norvegia) 5
Youth Mixed Choir J. Marinkonvic (Zrenjanin, Serbia) 6
Artos Choir (Lviv, Ucraina)
Coro Polifonico S. Croce (Sorso, Italia)
Sabato 22 luglio 2017,  categoria 2b
Loboc Children’s Choir (Bohol, Filippine) 1
Wytwornia Jazz Choir (Lodz, Polonia) 2
Sabato 22 luglio 2017, categoria 2c
Coro da Camera Hebel (Saronno, Italia) 1
Loboc Children’s Choir (Bohol, Filippine) 2
Cantemus Youth Choir (Chisinau, Moldova) 3
Wytwornia Jazz Choir (Lodz, Polonia) 4
Youth Mixed Choir J. Marinkonvic (Zrenjanin, Serbia) 5

Riasultati fasi semifinali categorie 1abcd – 56° Concorso Seghizzi, 21 luglio 2017

25 Luglio 2017 Nessun commento
56° Concorso internazionale di canto corale Seghizzi
venerdì 21 luglio 2017 
Fasi semifinali – Categorie 1a, 1b, 1c, 1d
Venerdì 21 luglio 2017, ore 15.00 – categoria 1a
The Gemma Singers (Budapest, Ungheria) 1
Grex Vocalis (Oslo, Norvegia) 2
Artos Choir (Lviv, Ucraina) 3
Venerdì 21 luglio 2017, ore 15.45 – categoria 1b
Artos Choir (Lviv, Ucraina) 1
Venerdì 21 luglio 2017, ore 16.00 – categoria 1c
Grex Vocalis (Oslo, Norvegia) 1
Cantemus Youth Choir (Chisinau, Moldova) 2
Artos Choir (Lviv, Ucraina) 3
Venerdì 21 luglio 2017, ore 17.15 – categoria 1d
Chamber Choir Sophia (Kiev, Ucraina) 1
Cantemus Youth Choir (Chisinau, Moldova) 2
Loboc Chilndren’s Choir (Bohol, Filippine) 3
The Gemma Singers (Budapest, Ungheria) 4
APZ Tone Tomši? (Lubiana, Slovenia) 5
Coro Polifonico S. Croce (Sorso, Italia) 6
Youth Mixed Choir J. Marinkonvic (Zrenjanin, Serbia) 7
Artos Choir (Lviv, Ucraina) 8

BlogNOTE(s), finali del 56° Concorso Seghizzi, 23 luglio 2017 – Appunti privati di viaggio musicale

24 Luglio 2017 Nessun commento

1 A

GREX VOCALIS: Ecco mormorar l’onde di Monteverdi è stato eseguito con morbidezza ed eleganza di fraseggio. Il Sanctus dalla Missa Papae Marcelli di Palestrina è stata un’ottima esecuzione con sonorità chiara, equilibrata e trasparente.

 

GEMMA SINGERS: bellissimo timbro, slancio esecutivo e brillantezza nel brano di Palestrina a doppio coro a 8 voci Surge illuminare Jerusalem. . Grandissimo equilibrio timbrico tra i due semicori, difficile da ottenere da un gruppo di soli 14 elementi. Il mottetto Inviolata a 12 voci miste di Josquin Desprez è stato praticamente eseguito a parti reali. Controllo vocale paragonabile a un ensemble professionale. Incredibile la complessità dell’intreccio contrappuntistico, reso con chiarezza adamantina ed equilibrio unico: entusiasmante!

 

1 C

YOUTH CHOIR CANTEMUS: oltre alle ormai note qualità sonore, il coro dà prova nel brano Ergebung di Hugo Wolf di padroneggiare assai bene gli insidiosi cromatismi tardoromantici di questa pregevole partitura. Il secondo, delicato brano, Give ear to my prayer di Gretchaninoff, è stato reso con dolcezza e morbidezza onirica. Qui il coro riesce a dispiegare tutto il suo range dinamico, dalla più fremente invocazione sino a un intimo ripiegarsi in pianissimo.

 

GREX VOCALIS: il primo dei 4 Salmi op.74 per baritono solista e coro, ultima composizione di Grieg, ha potuto far apprezzare un colore molto bello e compatto dell’insieme. Più convincente l’interpretazione di un classico del repertorio romantico a cappella come Richte mich Gott di Mendelssohn: suono pieno e luminoso nei fortissimo.

 

1 D

LOBOC CHILDREN’S CHOIR: il primo brano affrontato per la finale è stato Northern Lights di Gjeilo nella versione per coro femminile, trasposta un tono sopra. Esecuzione condotta con dolcezza e garbo: non facile, viste le continue tessiture sovracute in piano dei soprani. In Hosanna di Nystedt vengono apprezzate appieno le capacità tecniche veramente notevoli di questi piccoli cantori. Tutte le difficoltà ritmiche e di tessiture estreme di questo meraviglioso brano vengono brillantemente superate.

 

YOUTH CHOIR CANTEMUS: L’Ave Regina di Ko Matsushita è un brano ritmicamente complesso e virtuosistico, data la velocità d’esecuzione. Il coro moldavo ne ha fornito un’interpretazione assolutamente brillante. Il 2° stupefacente brano di Igor Iachimciuc per l’inedito organico di doppio coro a 16 voci pari (!) ha lasciato tutti a bocca aperta, per l’incredibile maestria e scioltezza del gruppo nell’affrontare e risolvere i più ardui problemi vocali, ritmici e d’intonazione, il tutto pure impreziosito da una efficace coreografia.

 

CHAMBER CHOIR SOPHIA: magnifica esecuzione del celebre Water Night di Eric Whitacre, con una sonorità piena di sommessa passione. Equilibri perfetti anche negli accordi-cluster sino a 14 voci. La scelta del secondo brano è ricaduta su Stars di Esenvalds, e forse è mancato un po’ uno stacco stilistico e di carattere rispetto al brano precedente. Il brano in sé e la sua esecuzione è stato comunque spettacolare, con il magico espediente dell’etereo suono dell’armonica a bicchieri a formare un pedale multiplo per tutta la durata del brano: esecuzione altrettanto magica e perfetta.

 

GEMMA SINGERS: Dopo il delicato pezzo di Walton, ha soprattutto colpito la perfetta esecuzione del Gloria dalla Missa Lux et Origo dell’ungherese Levente Gyongyosi, uno dei più interessanti compositori di musica corale d’oggi. La partitura a 5 voci miste alterna sapientemente frammenti monodici di gregoriano a elaborazioni polifoniche sorprendenti per l’originalità ritmica e armonica, davvero non comuni.

 

 2 A

LOBOC CHILDREN’S CHOIR: esordiscono con un brano ritmicamente incatenanteche lascia largo spazio a emissioni vocali non canoniche, con grida e percussioni di tamburello come contorno. Più tradizionale (e un po’ anonimo) il 2° brano.

 

YOUTH CHOIR CANTEMUS: Ha soprattutto colpito il 2° brano, molto articolato e composto da sezioni caratterialmente molto contrastanti, con la presenza di vari assoli, duetti e passi di danza.

 

GREX VOCALIS: in bilico tra dolce malinconia ed estroversione il programma presentato dal gruppo di Oslo. Un po’ calata l’intonazione per il 1° brano. Decisamente riuscita l’esecuzione del 2° pezzo, Finaste Jenta: pregevole e godibile già il brano in sé.

 

APZ TONE TOMSIC: Molto morbida e curata l’esecuzione del 1° brano, dal carattere calmo e meditativo. Molto interessante il 2° brano Visoki Rej di L. Lebic e il suo tempo di polka che incrementa gradualmente in modo vorticoso, passando attraverso varie tonalità. Esecuzione brillante e piena di brio.

 

SOPHIA CHAMBER CHOIR: Suggestivo il 1° brano basato su una melodia affidata a un soprano solista con suoni-pedale prolunganti in eco le note toccate dalla linea melodica. Più complesso il 2° brano, che articola lente sezioni accordali a 8 voci ad altre più marcatamente ritmiche, a 5-6 voci.

 

2 B

LOBOC CHILDREN’S CHOIR: Assai originale arrangiamento a cappella dello spiritual Good News, reso con spirito e vocalità appropriata. L’ultimo brano non fa che confermare la particolare bontà nella resa di questo repertorio da parte di questi giovani fanciulli.

 

2 C

CORO HEBEL: fornisce un’esecuzione estremamente suadente e ipnotica di Fix you dei Coldplay. Sorprendente il tocco latino-americano conferito al ritornello de Nel blu dipinto di blu. Riconfermati gli eccellenti equilibri e fusione di questo notevole gruppo, oltre alla bontà e funzionalità degli arrangiamenti del direttore.

 

CANTEMUS: si è forse sentita la mancanza di una vocalità realmente pop nell’esecuzione di Bohemian Rhapsody dei Queen. Goodbye my lovearrangiato a 5 voci in stile close-harmonycon dinamiche in pianissimo estremoha invece sortito un effetto più originale e suadente.

 

LOBOC CHILDREN’S CHOIR: suono pulito e in stile pop con belle coreografie nel brano “Wake me up”. Concludono il programma con un’espressiva e malinconica versione corale con testo della celeberrima “Gabriel’s Oboe” di Ennio Morricone. Brillantemente superati anche gli ostacoli dell’emissione dei sovracuti con dinamica piano: gradevole esecuzione!

Domenica 23 luglio 2017 – Seghizzi -Gorizia – giornata clou

22 Luglio 2017 Nessun commento

Domenica  23 luglio 2017 nel Teatro Verdi di Gorizia alle ore 09.30 prende avvio la giornata clou delle manifestazioni musicali internazionali Seghizzi con la fase finale del 56° concorso internazionale di canto corale con tutti i repertori musicali dal classico al popolare, dall’antico al contemporaneo. Alle ore 16.15 le attese esibizioni dei sei cori finalisti per il prestigioso 29° Grand Prix Seghizzi. Alle ore 19.30 nell’area antistante il Teatro Verdi si esibiràla Misfiti Njegov Orkestar (tradizione balcanica). Alle 20.45 (nel Teatro Verdi) si procederà alle premiazioni dei cori vincitori e all’assegnazione al musicista triestino Tullio Riccobon del XIII Premio internazionale Seghizzi “Una vita per la direzione corale”. Alle 21.15 il concerto di gala dei cori vincitori. Alla conclusione ore 23 ca. la proclamazione del vincitore del 29° Grand Prix Seghizzi. Sempre ingresso libero.

Rassegna internazionale di canto popolare, musica leggera, jazz… 22 luglio 2017

21 Luglio 2017 Nessun commento

Sabato 22 luglio alle ore 14.30 nel Teatro Verdi di Gorizia si svolgono le prove semifinali del 56° concorso internazionale di canto corale con la Rassegna internazionale di canto popolare, negro spiritual e gospel, musica leggera e jazz. Ecco i cori partecipanti:  Loboc Children’s Choir (Bohol, Filippine), Youth Mixed Choir J. Marinkonvic (Zrenjanin, Serbia), Coro Polifonico S. Croce (Sorso, Italia), Cantemus Youth Choir (Chisinau, Moldova), Grex Vocalis (Oslo, Norvegia), Chamber Choir Sophia (Kiev, Ucraina), APZ Tone Tomši? (Lubiana, Slovenia), Artos Choir (Lviv, Ucraina); Wytwornia Jazz Choir (Lodz, Polonia), Wytwornia Jazz Choir (Lodz, Polonia), Coro da Camera Hebel (Saronno, Italia). Ingresso libero.

Festival Seghizzinregione 19 luglio 2017, Gorizia

29 Giugno 2017 Nessun commento

15° FESTIVAL INTERNAZIONALE SEGHIZZINREGIONE

mercoledì 19 luglio 2017, ore 21

Gorizia, Sede dell’Associazione Seghizzi, Corso Verdi 85

Ingresso libero fino esaurimento posti disponibili

canto e pianoforte

Oxana Tchijevskaia

” Viaggio nel Jazz del ‘900…”

Giody Grind (Horace Silver)

Song for my father (Horace Silver)

Dindi (Carlos Jobim)

Caravan (Duke Ellington)

Misty

Fly me to the moon

Agua de beber (vers. Tania Maria)

Mas que nada (vers. Tania Maria)

Yatra tà (Tania Maria)

Infant Eys (Wayne Shorter)

Oxana Tchijevskaia si è laureata al Biennio di Piano Jazz al Conservatorio Frescobaldi di Ferrara, dove ha conseguito anche la Laureain Canto Jazz. Precedentemente aveva conseguito il Diploma come “Insegnante di Musica Classica” presso Liceo Musicale Magistrale di San Pietroburgo (Russia). Si è perfezionata nel canto Jazz con i M° Giuppi Paone e Tiziana Ghiglioni, mentre per il piano è stata allieva del M° Teo Ciavarella. Oltre al Jazz ha costruito la sua formazione intorno ai linguaggi etnici del canto Indiano Dhroopad classico con Mariagrazia Dalpasso e con il tabla indiano (2006-2007) presso il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. Per queste discipline ha seguito diversi corsi e seminari: nel 2007 presso la Nirmal ArtsAcademy (corso di tabla) in Liguria, il seminario di Canto Dhroopad presso la Fondazione Cinia Venezia con Amelia Cuni, diversi seminari con Bob Stoloff, Barry Harris, Kevin Mahogani, Giorge Garzone, Greg Yasinizki.
A livello professionale, ha collaborato fin dagli anni ’90 con diversi complessi Rock come
tastierista e pianista ed è stata insegnante di pianoforte classico presso una scuola
musicale statale di S. Pietroburgo. Ha collaborato con il Teatro “Michelemma” a Bologna componendo musica per uno spettoco nel 1998, e l’anno seguente ha composto per lo spettacolo “Ramayana” in collaborazione con il gruppo teatrale TEV. A partire dal 2009 si è esibita in diversi concerti Jazz nei locali di Bologna e Ferrara, partecipando come cantante anche al Festival di Comacchio con i brani arrangiati da F. Benedetti con la partecipazione di Pietro Tonolo. Dall’estate 2012 insegna Canto Jazz presso “Nirmal Art’s Accademy” . A partire dal 2013 è cantante-pianista jazz nel progetto dei Latin Jazz Trio. Dal 2016 è impegnata in tournee per tutta l’Italia  con il progetto “…O NO?” di Maurizio Ferrini.

 

Festival Seghizzinregione 18 luglio 2017, Gorizia

29 Giugno 2017 Nessun commento

15° FESTIVAL INTERNAZIONALE SEGHIZZINREGIONE

martedì 18 luglio 2017, ore 21

Gorizia, Sede dell’Associazione Seghizzi, Corso Verdi 85

Ingresso libero fino esaurimento posti disponibili

 

Chitarrista

Agostino Maiurano

Programma musicale

Johann Hieronymus Kapsberger (1580 – 1651)

Toccata II Arpeggiata

Toccata VI     

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

Tema dal “Capriccio sopra la lontananza del suo fratello dilettissimo”

BWV 992 (arr. Maiurano)

 

Louis Couperin (1626 – 1661)

Tombeau de Monsieur de Blancrocher (arr. Maiurano)

Passacaille     

Girolamo Frescobaldi (1583 – 1643)

Passacaglia                                                              

Solus cum sola

John Dowland (1563 –1626)

A fancy          

Domenico Pellegrini (16..? –1682)

Ciaccona                                                                  

 

Johann Hieronymus Kapsberger (1580 – 1651)

Capona e Sferraina                                                  

 

 

Agostino Maiurano, dopo essere stato brillantemente avviato allo studio della chitarra classica dal M° Vincenzo Alfano, nel 2005 si trasferisce a Ferrara, dove consegue il diploma con lode presso il Conservatorio Statale di musica “Frescobaldi” nel 2009, sotto la guida del Maestro Roberto Frosali, già straordinario interprete del Trio Chitarristico Italiano.  Svolge un intenso lavoro di perfezionamento sotto la guida del grande chitarrista e didatta Alvaro Company, pupillo di Andrès Segovia, ed è allievo in prestigiose masterclasses con Carlos Bonell (Royal College of Music di Londra) e Alfonso Borghese (Scuola di Musica di Fiesole). Numerose le attività solistiche e cameristiche in teatri e sale da concerto, per prestigiose manifestazioni: la stagione del Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara, “Ravenna Festival”, “Concorso internazionale di canto corale C.A. Seghizzi” di Gorizia, “Festival Incorde” a Ferrara, Bologna, Modena, Cento, “MiXXer – Festival della musica del XX secolo” a Ferrara, “Laboratori musicali” a Lizzano in Belvedere (Bo), “Il suono organizzato – Musica per l’estate” presso l’Accademia di chitarra di Pontedera (PI). Agostino Maiurano suona una chitarra del M° Liutaio Lorenzo Frignani (1988). Parallelamente alla sua attività musicale svolge anche la professione di architetto.